Eutanasia, suicidio assistito, sedazione profonda: cosa sono

Eutanasia e suicidio assistito, spiegazione e differenze

Quando il dolore diventa insopportabile o la malattia degenera in modo irrimediabile, poter decidere di porre fine alla propria sofferenza e andarsene con dignità è una scelta a cui non tutti hanno accesso.

Quali sono le modalità per arrivare al fine vita? Si parla di eutanasia attiva quando è il medico a iniettare i farmaci letali. L’eutanasia passiva si verifica quando le cure salvavita vengono sospese sotto sedazione, mentre nel suicidio assistito è lo stesso paziente che assume in modo autonomo il farmaco che lo porterà alla «dolce morte».

Il tema ha legato tanti volti che hanno combattuto per una legge che in Italia ancora non c’è.