L’Aquinum Romana al secondo posto in Provincia tra “I luoghi del cuore”

aquinum
aquinum

Solo qualche giorno fa, al Salone Internazionale dell’archeologia di scena a Firenze, l’Aquinum Romana fece da protagonista al “TourismA 2017”.

Si trattava allora di un momento di esposizione, di divulgazione e di confronto di tutte le iniziative legate alla comunicazione del mondo antico e alla valorizzazione delle sue testimonianze.

Gli scavi delle Terme Centrali di Aquinum in territorio di Castrocielo, portati avanti dal Comune di Castrocielo insieme con l’Università del Salento, furono presi allora come esempio di comunicazione social dello scavo archeologico.

È di oggi 24 febbraio 2017 la notizia che l’Aquinum Romana si è classificata in Provincia di Frosinone con 2.897 voti al secondo posto tra “I LUOGHI DEL CUORE”, il censimento di luoghi italiani da non dimenticare promosso dal FAI, “Il Fondo Ambiente Italiano” che tanta benemerenza acquista nella promozione delle bellezze architettoniche e paesaggistiche dell’Italia.

L’ottimo risultato raggiunto non può non far piacere all’ Amministrazione Comunale di Castrocielo, che è titolare del sito archeologico oggetto di scavo e all’Università del Salento, che si è fatta carico di portare alla luce nelle otto passate campagne di scavi resti della città romana di Aquinum.

Questi risultati così lusinghieri ripagano i cittadini di Castrocielo dei tanti sacrifici economici affrontati e costituiscono il premio lusinghiero alle fatiche dei tanti giovani archeologi, che sono soliti passare le roventi estati sotto il sole in mezzo alla polvere.

L’insegnamento che ne deriva è che bisogna andare avanti, non bisogna fermarsi, bisogna continuare nella ricerca delle bellezze archeologiche che il Paese custodisce per farne un volano di turismo e di occupazione. Ma di questo e dei tanti progetti futuri già in cantiere si parlerà in altra occasione.