Una nuova cartina geografica per la scuola media Mazzini di Veroli con i risparmi degli alunni

Chi lo ha detto che i nostri ragazzi non hanno più voglia di studiare? E che sono venuti meno il rispetto e l’amore verso la scuola? È proprio da una piccola classe di una piccola scuola di un piccolo paese, che arriva un grande gesto che riscatta i nostri studenti. La cartina geografica era vecchia ed usurata, tanto vecchia da renderla non più leggibile. Sono stati gli stessi alunni a proporre una colletta per ricomprarne una nuova. Con i loro risparmi, le loro paghette, sono riusciti a mettere insieme i soldi per una nuova cartina geografica. Quell’Italia, nuova, colorata, appesa al muro di quell’aula ha il valore di un universo intero, ha la forma della speranza, ha il peso di quel cambiamento che vorremmo nel mondo. Porta la bellezza dei laghi e delle nostre colline, quando si colorano d’ oro. Loro, i ragazzi di una classe della scuola media “Giuseppe Mazzini” di Veroli, hanno impartito una lezione che resterà nella memoria di tutti. Degli insegnanti, dei genitori e delle istituzioni. Ai tagli “indisciplinati” alla cultura loro hanno risposto così. Una storia che sarebbe finita sulle pagine del libro “Cuore”. Ma che per ora resta nel cuore degli insegnanti. È anche merito loro se in questi ragazzi c’ è ancora voglia di imparare e di migliorare una scuola che sentono un po’ la loro casa. È in questi giovani di oggi che cammina il nostro futuro. Ed è grazie ad azioni come queste che possiamo ancora tenere aperto l’ oblò della speranza.Monia Lauroni