Veroli – L’associazione Amici dell’albero Grande denuncia gli atti vandalici

Diventerà sicuramente il simbolo di questo Natale verolano che non ha mai trasmesso un messaggio tanto triste, proprio in un periodo che la tradizione vorrebbe di condivisione, armonia e speranza. È successo durante la notte. Vandali senza scrupoli hanno preso di mira la centralissima Piazza Vescovado, la piazza “adottata” dagli Amici dell’Albero Grande. È li che il simbolo della rinascita e della solidarietà, l’abete adornato proprio dagli amici dell’albero grande, è stato preso di mira insieme alle fioriere perfettamente curate ed alle casette in coppi che fungevano da ricovero per i pesciolini della fontana della piazza, un tempo l’ antica fonte battesimale del duomo. Distrutto, tutto distrutto. Distrutta la parte inferiore dell’Albero Grande, distrutti i fili di luce che lo rendevano straordinariamente bello. Distrutti i vasi, i fiori. Distrutta la buona volontà di quel gruppo di verolani che hanno sacrificato giorni, affetti e festeggiamenti per regalare ai cittadini momenti magici e di intensa spiritualità. Tutto distrutto, tranne il messaggio di questa nuova associazione. Un messaggio di pace e solidarietà, che va oltre la maleducazione e l’ignoranza, otre lo squallore dei cocci e dei fili elettrici scambiati per altalene. Oltre lo sdegno di un’ intera cittadina che si dissocia e continua ancora a crederci. Oltre il nero di una gioventù senza valori e senza controllo. Azioni condannabili e sterili che non attecchiscono nel cuore degli Amici dell’Albero Grande. Il loro mondo è distante, così profondamente distante.
Le azioni vandaliche sono state denunciate dal vice presidente dell’associazione “Gli Amici dell’Albero Grande”, presso il comando della Polizia locale.
Monia Lauroni