Veroli, due studenti dell’I.I.S Sulpicio si aggiudicano il podio nella diciannovesima edizione del Premio Letterario Pellecchia

Il “Sulpicio” cambia il nome, ma non il “vizio”. Il nome da Liceo Scientifico a I.I.S., il “vizio” quello di collocarsi sempre un gradino più su. Anzi due. Sono infatti due studenti del prestigioso istituto verolano, i vincitori del premio letterario Pellecchia 2019, giunto quest’anno alla 19ª edizione. Marianna Viti che si è distinta nell’ambito letterario e Alessandro Viselli che ha conquistato il podio nell’ambito scientifico. Il Premio Letterario Gioacchino Pellecchia, infatti, nato come percorso didattico-formativo rivolto agli studenti liceali, prevede accanto al tradizionale commento di un testo poetico dell’ultimo novecento l’opzione di un saggio breve di argomento scientifico. Anche in questa occasione l’istituto verolano si è ben distinto, continuando una tradizione ormai consolidata; un riconoscimento che ben si inserisce nel solco dei tanti primati qualitativi che sembrano destinati a crescere. Un’altra medaglia per lo storico Sulpicio, opera anche del lavoro degli insegnanti e del Dirigente Scolastico Salvatore Cuccurullo. Ma i complimenti più vivi vanno a Marianna ed Alessandro, per la loro bravura e per il loro coraggio nel mettersi in gioco. Che il vostro meritatissimo riconoscimento sia da esempio per tutti i giovani studenti verolani e sia solo il primo dei tanti podi che la vita vi ha riservato. Sosteneva Saba che “I premi letterari sono una crudeltà. Soprattutto per chi non li vince.” Non è il caso dell’Istituto verolano.Tantomeno dei due brillanti giovani studenti verolani. Congratulazioni!

Monia Lauroni