167° anniversario della fondazione della Polizia di Stato a Frosinone e Latina

Ieri mattina, presso il Conservatorio di Musica “Licinio Refice” – auditorium “D.Paris”- alla presenza del Prefetto, dr. Ignazio Portelli, del Questore dr. Leonardo Biagioli, delle massime autorità civili, militari e religiose, nonché rappresentanti dell’economia e dell’informazione, si è svolta la cerimonia celebrativa del 167° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato.
Anche quest’anno, il tema è “esserci sempre”, espressione che rappresenta plasticamente lo spirito che anima tutte le attività al servizio dei cittadini; non uno slogan quindi, bensì la sintesi del connubio incessante tra impegno costante e presenza quotidiana, cui si aggiungono numerose iniziative finalizzate a promuovere la cultura della legalità e a rinsaldare ulteriormente il legame con il territorio – “Un uovo per un sorriso”, “Spesa di solidarietà”, a “Insieme in campo / Frosinone sale in cattedra”, “Conosciamo i volti del disagio”, “INdipenteMENTE”, “Un libro per amico”, “Percorsi di legalità” oltre ai progetti ministeriali, recepiti in ambito locale, quali “Pretendiamo legalità , a scuola con il Commissario Mascherpa” e “Questo non è amore”.
Da sottolineare, proprio per facilitare il consolidarsi della legalità quale patrimonio culturale della società civile, lo slancio verso le fasce più giovani della collettività nel cui animo tali valori è ancora più importante che attecchiscano, ed in ciò si spiega la scelta del Conservatorio quale luogo di promozione tra i giovani della cultura e dell’arte.
L’ “esserci sempre” della Polizia di Stato, si realizza fattivamente con un gioco di “squadra” delle donne e degli uomini in servizio in Questura, nei Commissariati e presso le Specialità – Ferroviaria, Postale e Stradale -, senza dimenticare la preziosa e quotidiana dedizione del personale civile dell’Amministrazione dell’Interno, la proficua collaborazione dei Sindacati di Polizia ed il sostegno dei sempre presenti rappresentanti dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato.
Ad applaudire la grande “famiglia” della Polizia di Stato – consegnate con l’occasione ricompense ed onorificenze – anche numerose scolaresche che hanno assistito divertite alle esibizioni degli atleti dei Gruppi Sportivi delle Fiamme Oro e delle Unità cinofile della Polizia di Stato.
Stand informativi sull’attività della Polizia di Stato hanno fatto da cornice all’evento, allietato da una emozionante performance musicale del Conservatorio, la cui esibizione è stata presentata dalla giornalista tv Aurora Folcarelli.

La Polizia di Stato Questura di Latina ha celebrato il suo 167° anniversario dalla fondazione, data di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale la Legge 121/1981 che ha delineato l’organizzazione ed i compiti della Polizia di Stato. L’intento è stato quello di condividere le celebrazioni con i cittadini, ai quali è rivolto l’operato quotidiano delle donne e degli uomini della Polizia di Stato, guidati dal claim #Essercisempre.

La cerimonia è iniziata alle ore 08.45 quando, presso la lapide posta all’ingresso della Questura e alla presenza del Prefetto, è stata deposta una corona di alloro per rendere gli onori ai caduti della Polizia di Stato, con la partecipazione dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato..

Alle successive ore 11.00, presso la Sala Congressi del Mercato Ortofrutticolo di Fondi, luogo dall’elevato significato simbolico dove, negli anni, famiglie malavitose erano riuscite ad imporre profili di condizionamento sulle dinamiche interne del mercato e a detenere il monopolio del trasporto su gomma dei prodotti ortofrutticoli ad esso destinato, la cerimonia è entrata nel vivo, anticipata dall’esecuzione dell’Inno d’Italia da parte dell’orchestra composta dagli alunni del Liceo Statale Alessandro Manzoni.

È stata quindi data lettura ai messaggi istituzionali del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Interno e del Capo della Polizia. Il Presidente della Repubblica ha concesso, quest’anno, la medaglia d’oro al merito civile alla bandiera della Polizia di Stato, per le attività svolte dalla Polizia di Prevenzione e dalle D.I.G.O.S. che, con eccezionale valore e senso del dovere, hanno profuso ogni energia nella lotta al terrorismo e all’eversione dell’ordine democratico, per la difesa dei valori e delle Istituzioni della Repubblica.

Ha preso poi la parola il Questore di Latina Rosaria Amato, la quale ha voluto ringraziare tutti gli attori istituzionali che, in piena sinergia con la Polizia di Stato, hanno consentito il raggiungimento di migliori standard in termini di sicurezza, anche nell’attuale, delicato, momento storico, evidenziando una diminuzione dei reati in tutta la provincia.

Quindi ha avuto luogo la consegna delle ricompense e delle onorificenze al personale che, nel corso dell’anno, si è particolarmente distinto per le proprie doti professionali e per lo spirito di sacrificio, portando a termine importanti attività operative di polizia giudiziaria e soccorso pubblico.

Sono stati inoltre premiati direttamente dal Questore tre cittadini che, con il loro attivo contributo, hanno consentito agli Agenti della Polizia di Stato di catturare uno scippatore.

Un ringraziamento speciale è stato infine rivolto ai giovani musicisti del Liceo Statale Alessandro Manzoni ed al Dirigente Scolastico Prof.ssa Paola Di Veroli, al Sindaco di Fondi Dr. Salvatore De Meo e al Presidente del M.O.F. Prof. Bernardino Quattrociocchi.