“Quel chilometro in più” presentato a Pontecorvo

È stato presentato ieri mattina nella sala consiliare del Comune di Pontecorvo il libro: “Quel chilometro in più”, il libro di Bruno Di Placido che racconta la testimonianza di Carmine di Mambro. Evento curato dal vice sindaco Nadia Belli.
“Davanti alle sfide Carmine non si è mai tirato indietro. Sin da bambino, in sella alla sua bici ha affrontato le salite più ripide. Quando il cancro lo attacca, senza nessun preavviso, capisce che dovrà spingersi oltre il limite e lottare per percorrere quel chilometro in più. Per sé, per la sua famiglia e per tutte le persone che combattono ogni giorno contro “il mostro” e hanno ancora tanto da dare alla vita”: così viene presentato il libro.
Tanto l’entusiasmo, tanta l’emozione nella sala consiliare del Comune di Pontecorvo.
“Un incontro importante, Carmine Di Mambro ci ha parlato della sua esperienza nella lotta contro il cancro e di come abbia trasformato questo evento in un punto molto forte ed importante, l’approvazione in Consiglio Regionale del Registro dei Tumori, strumento indispensabile per la prevenzione dei tumori.
Ma l’orientamento che ho voluto dare a questo incontro – ha spiegato il vice sindaco Nadia Belli – vista la partecipazione degli alunni dell’istituto superiore, è stato anche l’approccio al contesto familiare, che soffrono altrettanto quanto il diretto interessato.
La dottoressa Maria Rosaria Rotondo ci ha spiegato che essere colpiti da una malattia così grave è un trauma l’individuo è disorientato, i familiari si sentono in colpa e disarmati.
Oltre a Carmine abbiamo condiviso le storie di altri 2 guerrieri, Alessandro nostro concittadino, lotta per vincere il cancro, la chemioterapia lo ha debilitato ma lui vuole avere la meglio sulla bestia e ci riuscirà, si è affidato alla scienza e alla fede
Caterina ha narrato la sua vicenda, madre di Mariantonietta, scopre di avere un tumore aggressivo a 22 anni da lì il calvario di esami terapie dolore speranze
Mariantonietta viene vinta, ma ci ha lasciato un grande insegnamento, lottare accettare e mai nascondersi. Caterina conta ancora ogni giorno della sua vita ricercando un motivo per andare avanti
Il calvario è multiforme il cancro irrompe e stravolge senza sconti. Carmine è entrato nel calvario e lo ha trasformato per vincere la battaglia di tutti”.
“La storia di Carmine è la storia di un grande un uomo, un grande combattente per se e per la sua famiglia. Ha lottato nello sport e nella vita: Carmine sia da esempio, sia un monito. Un inno alla vita”, ha dichiarato il sindaco Anselmo Rotondo.