Alessia Savo: “Porto la mia esperienza di sindaco in Regione con il pragmatismo di Salvini”

Alessia Savo è sindaco del Comune di Torrice da quindici anni, è medico di professione, ed è una giovane donna molto determinata. Pragmatica nei modi, nelle idee e nelle scelte.

Una storia personale di donna in prima linea nella scena politica della provincia, come mai l’impegno di candidarsi in Regione con la Lega?

“La Lega si avvicina molto, per il pragmatismo che rappresenta, alla mia attività ormai pluridecennale di sindaco soprattutto rispetto a una politica costantemente lontana dai Comuni e dalle sue esigenze e di fronte a uno Stato che preleva soldi dai Comuni senza restituire nulla in termini di servizi. Io da sindaco dico devo amministrare ancora e la pubblica amministrazione che conosco è quella degli enti locali ed ecco perché la mia candidatura in Regione”.

Cosa unisce Alessia Savo e la Lega?

“Salvini è un pragmatico, Salvini dice che la questione della salute non si risolve uscendo dal commissariamento della sanità, ma si risolve se torniamo a rimettere risorse e se riusciamo a far circolare soldi nelle tasche dei cittadini. Questo si ripercuote con effetto benefico sulla salute fisica, sulla salute finanziaria sulla salute del commercio, sulla salute delle industrie e sulla salute del nostro Paese. Con poche regole chiare, di buon senso, che permettano ad un sindaco come la sottoscritta di lavorare sul territorio come ha fatto nel suo piccolo comune abolendo la Tasi, non applicandola mai e diventando il Comune più virtuoso della provincia di Frosinone dai dati ministeriali e terzo nella Regione Lazio. Io voglio portare la mia piccola esperienza in Regione, ecco perché ho scelto di stare con Salvini con il suo pragmatismo con le sue idee chiare e con il suo essere al di fuori di un sistema che per troppo tempo ci ha oppresso”.