Il 20, 21 e 22 luglio a San Vittore il festival Ars Ventis

Ars Ventis entra nel vivo, dopo la scadenza dei termini per la “call for artists” del 20 giugno, il festival previsto a San Vittore del Lazio per il 20, 21 e 22 luglio si avvia ai giorni cruciali della sua preparazione. E’ in corso la cernita degli artisti prescelti per dar voce al fascinoso tema del vento, che saranno contattati per divenire parte attiva di una kermesse che trasuda fascino assoluto. Il festival è organizzato, con il patrocinio dell’amministrazione comunale sanvittorese e con richiesta di estendere lo stesso al Mibact, dall’associazione culturale Artopia di San Pietro Infine con la collaborazione della capitolina Ignorarte. Estensione naturale e quasi fisiologica della manifestazione “Gliu Vient” che proprio a San Pietro Infine aveva avuto modo di radicarsi, il festival aveva trovato l’entusiasta approvazione della sindaca di San Vittore Nadia Bucci, che ne aveva curato l’approdo quasi fisiologico e nella fascinosa veste attuale nel calendario degli eventi estivi cittadini. Tema cardine della manifestazione artistica è il vento, sia come elemento meteorologico caratterizzante un territorio che da sempre con esso convive in un rapporto simbionte che come mirabile occasione metaforica per rappresentare la leggiadria, l’indomabilità e la pervasività dello spirito creativo dell’uomo. E il vento diventa così occasione per ornare il paese di un tributo ad esso in tutte le possibili declinazioni dell’arte: poesia, pittura, scultura, fotografia, murales, laboratori; tutto ciò che, nel rigore apparente del rispetto per il tema, possa condurre alla meravigliosa anarchia di cercarlo in cento forme. Nei giorni di fine luglio, San Vittore diventerà dunque un’unica “galleria a cielo aperto”, con i crismi del laboratorio dinamico e un’estate complice che farà da cornice ai numerosi artisti, provenienti da ogni dove, che hanno già aderito all’iniziativa. Il festival sarà accompagnato da un catalogo illustrativo con tutte le opere ammesse e presentate. Meticoloso e meritevole di plauso totale il lavorio del team organizzativo di Artopia: Rosaria Pezzella, Marta Fiscelli, artisti di calibro assoluto fra cui spiccano i sanpietresi Cosimo Colella e Rosario Parisi, che nei mesi scorsi avevano anche fatto proselitismo scolastico negli istituti dell’istituto comprensivo di riferimento, stimolando la creatività degli alunni. “Un evento che sarà come il tema che andremo a celebrare – ha affermato in merito la sindaca Nadia Bucci – quel vento che da sempre scompiglia le nostre teste, agita i nostri pensieri e, per paradosso, rende così netta la nostra identità culturale e le nostre radici. Di quella identità e di quelle radici celebreremo il valore in tre meravigliose giornate di un’estate all’insegna dell’arte”.