Cetrioli e anguria che aiutano ad idratarci

Siete già in clima di vacanze? O dovete aspettare il prossimo mese? In ogni caso il caldo inizia a farsi sentire sempre più, motivo per cui abbiamo bisogno di tante forze per affrontare il lavoro con le alte temperature! In attesa dei giorni di relax che spettano a tutti, per ricaricarvi iniziate a fare una spesa intelligente, ad avere curiosità e voglia di concedervi qualcosa di buono e innovativo.

A luglio arrivano fagiolini, basilico, zucchine, bietole, cipollotti, sedano, cetrioli, rucola, lattuga, ravanelli, melanzane, peperoni, pomodori, piselli. Bere acqua, come ricordavo il mese scorso, è importantissimo e in questo la natura ci viene sicuramente in aiuto offrendoci frutta e verdura che aiutano ad idratarci. Cetrioli e anguria guadagnano il primo posto!

I cetrioli hanno un elevatissimo contenuto di acqua, circa il 95% del loro peso, e sono rinfrescanti e depurativi, con un bassissimo contenuto calorico! Possiamo definirli dei “bruciagrassi” naturali, contengono infatti acido tartarico, una sostanza che inibisce la trasformazione dei carboidrati, assunti con la dieta, in grassi. Tra i migliori alleati quindi per una dieta ipocalorica, insieme ai pomodori, buonissimi in insalata. Non necessitano di molto condimento, avendo un sapore delicato e dolce che si esalta da solo. Hanno diverse qualità: antiossidanti, ricchi di vitamine e minerali, semplici da digerire, da consumare cotti o crudi e accompagnati da basilico fresco! Quest’ultimo è ricco di vitamica K, rame e vitamina C. Il consiglio è consumarlo crudo e fresco su una pietanza che può essere un primo piatto o dell’insalata ricca di vari ortaggi. E’ il momento giusto per approfittare e incoraggiarsi a qualche nuovo sapore. Ecco perché può esservi utile qualche informazione sulla quinoa, uno “pseudocereale” così definito perché non è una graminacea ma ha dei valori nutrizionali paragonabili a quelli della pasta o del riso o di altri cereali dei quali può essere un validissimo sostituto. Inoltre non contiene glutine, pertanto ottimo per chi soffre di celiachia. Contiene lisina e metionina: due amminoacidi essenziali (cioè il nostro corpo non è in grado di sintetizzarli, ma DOBBIAMO introdurli tramite alimentazione). Può essere accompagnata da verdure, legumi e costituire, così, un piatto unico. E’ un alimento molto nutriente ed è in grado di darci l’energia di cui necessitiamo. Quindi il mio invito, ancora una volta, rimane quello di avere fantasia ed eliminare la pigrizia, concedendo alla preparazione dei pasti il tempo di cui hanno bisogno. Dare, quindi, tempo al cibo!

Per domande o appuntamenti potete contattarmi al 388.3253367, oppure recarvi a Formia presso la Clinica Casa del Sole, a Cassino, presso la clinica Sant’Anna, Sessa Aurunca, presso il Centro Fusco o a Castelforte, in Via Alcide De Gasperi n.66
Lucia Testa