Abolito il roaming dal 15 Giugno in tutta Europa per chiamare navigare e inviare sms dall’estero

Mancano solo due giorni al 15 giugno 2017, giorno in cui sarà definitivamente abolito il roaming tra operatori telefonici dell’Unione Europea!

Si apre quindi una nuova epoca, in cui i cittadini non vedranno più applicati fastidiosi sovrapprezzi per telefonare, navigare e inviare SMS dall’estero. Un risultato fortemente voluto dall’UE e raggiunto con estrema difficoltà, e con un percorso graduale svolto negli ultimi anni, ma che ha finalmente dato i frutti sperati e desiderati.

Roam like at home
Il nuovo principio è quello del “roam like at home” ovvero il roaming a tariffa nazionale.

Potremo così dire addio a bollette sovratassate dagli operatori telefonici, o alla dissipazione del credito telefonico a causa di telefonate troppo lunghe o minuti di navigazione on line, ma i costi dei servizi rimarranno uguali a quelli applicati nel paese di residenza.

Quello che costa una telefonata da Italia a Italia, costerà da qualsiasi paese UE all’Italia e viceversa.

COSA SUCCEDE

L’applicazione della nuova normativa è automatica e obbligatoria, per cui l’utente non dovrà fare nulla, ne cambiare piano telefonico ne fare richieste particolari al proprio operatore.

E non cambia se la propria tariffa è a consumo o di tipo flat e illimitato. Tutte le condizioni saranno applicate ugualemente anche all’estero nei paesi dell’Unione Europea.

Il roaming è valido solo in caso di viaggi temporanei all’estero, e non per chi si trasferisce in maniera stabile, ed entrerà in funzione dal 15 giugno in tutti e 28 i Paesi della UE, compreso il Regno Unito, oltre che Islanda, Liechtenstein e Norvegia, paesi in cui il “Roam like at Home” sarà recepito e attivato nelle settimane successive al 15 giugno.

Abolito il roaming dal 15 giugno 2017
In tutta la UE viene finalmente abolito il roaming tra operatori telefonici per tutti gli utenti dei 28 paesi membri

ECCEZIONI E LIMITI

Esistono però dei limiti, stabiliti per tutelare anche gli operatori da comportamenti scorretti o illeciti, ma che non limitano in maniera esagerata l’utente, ma mirano solo a evitare, ad esempio, che qualche utenti sfrutti il roaming nazionale per sfruttare tariffe più convenienti tra un paese e l’altro per un tempo anomalo.

L’utilizzo inoltre deve essere conforme al normale utilizzo che se ne fa anche in Patria: consumi eccessi in termini di minutaggio o di banda consumata, potranno essere sanzionati dall’operatore applicando dei sovrapprezzi prestabiliti dalla normativa.

Sono comunque limiti molto elavati, che non creano problemi a tutti gli utilizzi di un normale consumatore, sia in termini di chiamate telefoniche, che di sms, e soprattutto di navigazione web. Buon roaming a tutti!