La Virtus dura solo un tempo. Capo D’Orlando vince il match nella seconda parte di gara

Dopo un buon avvio di gara, la BPC Virtus Cassino, dunque, ‘si scioglie come neve al sole’, e complice una seconda parte di gara assolutamente sottotono da parte degli uomini di coach Vettese, la Benfapp Capo D’Orlando riesce a conquistare la diciottesima giornata del campionato di Serie A2 Old Wild West girone Ovest, con un risultato finale più che gravoso per Pepper e soci.Non arriva ancora, quindi, la prima vittoria esterna per le ‘V’ rossoblù, che rimediano ancora una pesante sconfitta lontano dal PalaSport di Frosinone.Con la vittoria di Legnano contro Bergamo, la situazione della Virtus Cassino si fa ancora più complicata, e la distanza dal penultimo posto si rifà di nuovo di 4 punti.“Comunico che da oggi la squadra è in silenzio stampa, compreso lo staff” l’esordio nella conferenza post-gara del Direttore Sportivo della Virtus Cassino, Leonardo Manzari.“Dopo la seconda parte della gara di oggi, non è possibile fare nessun commento tecnico. La partita era stata preparata bene, e a dimostrazione di ciò, ci sono i primi due quarti di gioco dove abbiamo tenuto brillantemente testa a Capo D’Orlando. Al rientro dagli spogliatoi, ho visto una squadra molle, deconcentrata ed in alcun modo volenterosa nel voler portare a casa la partita. Il loro parziale del terzo quarto di 9-0 ci ha tagliato completamente le gambe. Siamo andati sul -14 e poi da lì non siamo più rientrati, anzi… ahimè è andata ancora peggio. Il piano partita, non era quello di far correre Capo D’Orlando, e nel momento in cui siamo stati in grado di contenere i ritmi, siamo stati in partita, quando poi non abbiamo seguito più le cose che di tecnico avevamo preparato abbiamo preso l’imbarcata. Con la vittoria di Legnano, abbiamo adesso senza dubbio un piede nel baratro. Abbiamo il dovere di provare fino in fondo a fare il nostro meglio e con la forza della disperazione uscire da questa situazione critica. Per fortuna, abbiamo la possibilità di riscattarci sin da mercoledì in casa con Rieti, non uno dei clienti più facili da affrontare. Vengono da una brillante affermazione esterna contro Trapani e verranno a Frosinone per mantenersi nelle piazze nobili della classifica. Dovremo gettare il cuore oltre l’ostacolo e fare una prestazione di grande orgoglio e sacrificio”.Passando alla cronaca del match, si inizia con Bruttini, Parks, Triche, Bellan, Lucarelli per l’Orlandina, Castelluccia, Hall, Raucci, Sorrentino e Pepper per la BPC Virtus Cassino. Parte subito forte l’Orlandina, che con il numero 2 Bruttini si porta sul +5; la Virtus, però, con grande pazienza, fa circolare la palla, cercando di non alzare troppo i ritmi del gioco, e grazie alla tripla di Pepper trova il primo vantaggio sul 12-11 a 6 minuti dalla fine del primo quarto. Dopo il time-out chiamato dalla panchina di Capo D’Orlando, i ragazzi di coach Sodini riprendono a macinare gioco e con i due punti di Mobio, trovano il +10 a due minuti dalla fine del primo quarto. Castelluccia, con due bombe consecutive riporta le ‘V’ cassinati a contatto sul 26-21 al 9’, ma è Bellan questa volta a respingere indietro la formazione della città martire, chiudendo il primo parziale sul 28-21.Dopo la pausa, è sempre Capo D’Orlando a ripartire meglio con Laganà e Mei, trovando il nuovo +10. Sono Sorrentino, Pepper e Castelluccia a condurre la formazione di Vettese sul -3, che vede tuttavia scappare di nuovo la compagine di casa grazie a Mobio e Bruttini. Hall e soci non ci stanno, raggiungono di nuovo gli avversari, e li sorpassano con un gioco da 3 punti di Pepper su un passaggio tutto campo di Hall. È 38-39 per i viaggianti. L’Orlandina sorpassa di nuovo la Virtus grazie ai punti di Parks e Triche, ai quali risponde con due canestri Gennaro Sorrentino, ma è sempre il giovane Mobio a far concludere la seconda frazione sul parziale di 47-42.Dagli spogliatoi escono due squadre con il morale decisamente differente: la Virtus sembra non essere mai rientrata in campo, l’Orlandina torna sul parquet con la voglia e la cattiveria giusta per ‘ammazzare’ la gara. Lucarelli e Bellan, dalla lunga distanza, puniscono immediatamente i rossoblù cassinati, che provano a reagire con Pepper e Hall. Triche e Lucarelli firmano il +16, con sempre il solito Hall che prova a rimettere in ritmo la Virtus, ma è Capo d’Orlando ad avere in mano le redini della gara, e con Parks tocca il +18 al 28’. Guaccio e Sorrentino cercano di metterci una pezza sul finire del terzo periodo, seppur il passivo rimanga comunque pesante: al 30’ si va all’ultimo riposo sul 69-53.Capo d’Orlando rientra sul parquet con Bruttini, Laganà e Mei che in un amen firmano il +22 (79-57), con la Virtus che ormai attende inerme la fine del match. Gli ultimi 6’ hanno poco da offrire, con il risultato oramai ben saldo nelle mani della compagine di coach Sodini, che sulla sirena finale può festeggiare la vittoria sulla BPC con il risultato di 97-67.Non bastano alla Virtus un Hall da 16 punti e 16 rimbalzi e un Castelluccia da 14 punti. Troppo pochi i punti dati alla causa dalla panchina cassinate, 4 per la precisione, rispetto ai ben 33 dei bianco-blu.Prossimo appuntamento per le ‘V’ cassinati, mercoledì 30 gennaio ore 20:30, contro la NPC Rieti, che dopo la vittoria di Trapani e la sconfitta di Bergamo con i Legnano Knights, occupa la seconda piazza della Serie A2 Girone Ovest.
Benfapp Capo d’Orlando – BPC Virtus Cassino 97-67 (28-21, 19-21, 22-11, 28-14)Benfapp Capo d’Orlando: Davide Bruttini 21 (6/7, 1/1), Jordan Parks 20 (4/8, 3/6), Yantchoue joseph Mobio 11 (5/7, 0/1), Matteo Lagana 10 (2/4, 2/4), Brandon Triche 9 (3/7, 0/3), Nicola Mei 9 (0/0, 3/8), Jacopo Lucarelli 7 (1/1, 1/3), Simone Bellan 7 (2/3, 1/1), Marco Murabito 3 (0/0, 1/1), Lorenzo Neri 0 (0/0, 0/0), Mattia Raví 0 (0/0, 0/0), Giancarlo Galipó 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 15 / 22 – Rimbalzi: 38 13 + 25 (Jordan Parks 11) – Assist: 24 (Brandon Triche 11)All. SodiniBPC Virtus Cassino: Michael Hall 16 (5/8, 2/4), Luca Castelluccia 14 (2/6, 3/5), Dalton Pepper 13 (3/10, 1/9), Davide Raucci 11 (3/4, 1/2), Gennaro Sorrentino 9 (4/7, 0/2), Francesco Paolin 2 (1/3, 0/1), Angelo Guaccio 2 (1/2, 0/0), Tommaso Ingrosso 0 (0/2, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0), Fabrizio De ninno 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 8 / 10 – Rimbalzi: 28 11 + 17 (Michael Hall 16) – Assist: 14 (Michael Hall, Dalton Pepper 5)All. Vettese